LA BIRROTECA

A Modo Mio: le birre

La Birra Artigianale

Tre imprenditori si siedono attorno ad un tavolo per creare una nuova realtà produttiva. Le premesse sono quelle che lasciano ben sperare, ma i tre non avevano fatto i conti con la spiccata personalità di ciascuno. L’abitudine a prendere decisioni si è riversata anche dentro la nuova realtà, tanto da spingerli a usare questa caratteristica come naming per la nuova linea di prodotto. Così nasce "A Modo Mio",
un nome che ha cristallizzato quello che forse è l’aspetto principale del birrificio rosetano: la cocciutaggine di tutti e tre i soci. Obblighi, impegni, vincoli… In una vita che troppo spesso costringe a fare ciò che "si deve" più che ciò che "si vuole", la birra
"A Modo Mio" rende protagonista chi la sceglie. Come? Rispecchiando la propria immagine. Perché è una birra incentrata su chi la beve, modellata sulle sue esigenze e i suoi stati d’animo, che consente, in tutte le circostanze, di uscire allo scoperto e di rivelarsi per ciò che si è. Bere "A Modo Mio" significa soddisfare il proprio gusto e affermare con sicurezza la propria capacità di scelta. Bere "A Modo Mio" vuol dire saper pensare a sé stessi, guardarsi bene dentro e da dentro. Come davanti ad uno specchio. Al pub come al ristorante, la birra "A Modo Mio" rappresenta il coronamento ideale per uno stuzzichino con gli amici, una colazione di lavoro o una cena elegante, magari con la migliore delle compagnie.
Il suo gusto intenso e naturale si accompagna felicemente con pesce, carni e salumi, esaltando i sapori e le peculiarità di ciascun piatto, non nascondendolo ma galvanizzandolo.